CORSO GRU MOBILI AUTOCARRATE

14 ore
Basiliano (UD)
11 giugno 2024
dalle 09.30 alle 12.30 e
dalle 13.30 alle 17.30 parte teorica + test

12 giugno 2024
dalle 8.30 alle 12.30 e
dalle 13.30 alle 16.30 parte pratica + test
Prezzo a persona: 400€
(esente IVA)
Obiettivo generale

Fornire ai partecipanti istruzioni per la SICUREZZA sul piano legislativo, tecnico e comportamentale alle persone che, all’interno dell’azienda, hanno il compito di movimentare carichi, materiale e quant’altro, servendosi di gru.

Contenuti

Specifiche del mezzo: “gru a motore comprendente una colonna, che ruota intorno ad una base
ed un gruppo bracci che è applicato alla sommità della colonna. La gru è montata di regola su un
veicolo (eventualmente su un rimorchio, su una trattrice o su una base fissa) ed è progettata per
caricare e scaricare il veicolo.”

Modulo giuridico – normativo 1 ora
Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro con particolare riferimento
alle operazioni di movimentazione di carichi (D.Lgs. n. 81/2008).
Responsabilità dell’operatore.

Modulo tecnico 6 ore
∙ Terminologia, caratteristiche delle diverse tipologie di gru mobili, loro movimenti ed
equipaggiamenti di sollevamento.
∙ Principali rischi e loro cause:
a) caduta o perdita del carico;
b) perdita di stabilità dell’apparecchio;
c) investimento di persone da parte del carico o dell’apparecchio;
d) rischi connessi con:
– l’ambiente (caratteristiche del terreno, presenza di vento, ostacoli, linee elettriche, ecc.);
– l’energia di alimentazione utilizzata (elettrica, idraulica, pneumatica);
– sollevamenti multipli.
∙ Nozioni elementari di fisica,massa di un carico e per poter apprezzare le condizioni di equilibrio di un corpo.
∙ Componenti delle gru mobili e meccanismi, loro caratteristiche e loro funzioni.
∙ Condizioni di stabilità di una gru mobile: fattori ed elementi che influenzano la stabilità.
∙ Principi di funzionamento, di verifica e di regolazione dei dispositivi limitatori ed indicatori.
∙ Principi generali per il posizionamento, la stabilizzazione ed il ripiegamento della gru.
∙ Documentazione sia delle targhe segnaletiche in dotazione della gru che delle tabelle di carico
del Costruttore, utilizzo diagrammi e delle tabelle di carico del costruttore
∙ Segnaletica gestuale.
Prova intermedia
Questionario a risposta multipla con al 70% delle risposte esatte consentirà il passaggi

Modulo pratico (7 ore)
∙ Comandi della gru per il suo spostamento, il suo posizionamento e per la sua operatività.
∙ Test di prova dei dispositivi di segnalazione e di sicurezza
∙ Ispezione della gru, dei circuiti di alimentazione e di comando, delle funi e dei componenti.
∙ Approntamento della gru per il trasporto o lo spostamento.
∙ Procedure per la messa in opera e il rimessaggio di accessori
∙ Esercitazioni di:
– pianificazione dell’operazione di sollevamento tenendo conto delle condizioni del sito di lavoro,
la configurazione della gru, i sistemi di imbracatura, ecc..
– posizionamento e messa a punto della gru per le operazioni di sollevamento comprendenti:
valutazione massa del carico, determinazione del raggio, adeguatezza del terreno di supporto
della gru, messa in opera di stabilizzatori, livellamento della gru, posizionamento del braccio
nella estensione ed elevazione appropriata
∙ Manovre della gru senza carico (sollevamento, estensione, rotazione, ecc.) singole e combinate e
spostamento con la gru nelle configurazioni consentite.
∙ Esercitazioni di presa del carico per il controllo della rotazione, dell’oscillazione, degli urti e del
posizionamento del carico.
∙ Traslazione con carico sospeso con gru mobili su pneumatici.
∙ Operazioni in prossimità di ostacoli fissi o altre gru (interferenza).
∙ Operazioni pratiche per provare il corretto funzionamento dei dispositivi limitatori ed indicatori.
∙ Cambio di accessori di sollevamento e del numero di tiri.
∙ Movimentazione di carichi di uso comune e carichi di forma particolare quali: carichi lunghi e
flessibili, carichi piani con superficie molto ampia, carichi di grandi dimensioni e con accessori di
sollevamento speciali.
∙ Imbracatura dei carichi.
∙ Manovre di precisione per il sollevamento, il rilascio ed il posizionamento dei carichi in posizioni
visibili e non visibili.
∙ Prove di comunicazione con segnali gestuali e via radio.
∙ Esercitazioni sull’uso sicuro, prove, manutenzione e situazioni di emergenza (procedure di avvio,
arresto, fuga sicura, ispezioni regolari, tenuta del registro di controllo, controlli giornalieri come da
manuale d’uso, controllo pre – operativi)

Prova finale
Esecuzione e superamento di prova pratica di verifica finale, consistente nell’esecuzione di almeno 4 delle
prove di cui ai punti sopra elencati (modulo pratico). Tutte le prove pratiche devono essere superate.
Il mancato superamento della prova di verifica finale comporta l’obbligo di ripetere il modulo pratico.
L’esito positivo delle prove di verifica intermedia e finale, unitamente a una presenza pari ad almeno il 90%
del monte ore, consente il rilascio, al termine del percorso formativo, dell’attestato di abilitazione.

Obiettivi formativi

Puntare alla conoscenza e alla sensibilizzazione del personale coinvolto per garantirne la sicurezza e l’integrità fisica e, indirettamente, di favorire l’organizzazione del lavoro stesso.

Destinatari

Lavoratori che, all’interno dell’azienda, hanno il compito di movimentare carichi, materiale e quant’altro, utilizzando di gru.

Requisiti partecipante

Per poter partecipare al corso è necessario essere:
– maggiorenni
– idonei dal punto di vista sanitario (psico-fisico)
L’accesso al corso, per i lavoratori stranieri, sarà condizionato del
superamento di un breve test linguistico per una comprensione sufficiente
della lingua italiana
Presentarsi con propri DPI obbligatori, necessari per la prova pratica
(scarpe antinfortunistiche)

Aggiornamento

Dalla data di questa formazione scatterà poi l’obbligo delle 4 ore di aggiornamento quinquennale

Riferimenti normativi

Accordo ai sensi dell’art. 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano concernente l’individuazione delle attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori, nonché’ le modalità per il riconoscimento di tale abilitazione, i soggetti formatori, la durata, gli indirizzi ed i requisiti minimi di validità della formazione, in attuazione dell’art. 73, comma 5, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modifiche e integrazioni. Il presente accordo costituisce attuazione dell’articolo 73, comma 5, D.lgs. n.
81/08, ove si demanda alla Conferenza Stato, Regioni e Province autonome l’individuazione delle attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori.

Modulo di iscrizione

Compila il form indicandoci se sei un’azienda o un privato e a quale soluzione sei interessato.

    Inserisci i dati dei vari corsisti

    Dichiaro di aver letto e compreso l'informativa ai sensi dell'art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 - GDPR*
    Presto il consenso all’iscrizione alla newsletter per ricevere comunicazioni inerenti l’attività, i servizi e le offerte del Titolare.

      Dichiaro di aver letto e compreso l'informativa ai sensi dell'art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 - GDPR*
      Presto il consenso all’iscrizione alla newsletter per ricevere comunicazioni inerenti l’attività, i servizi e le offerte del Titolare.

      Contattaci ancora!

      Formazione per investire sulle persone. Siamo un ente di formazione riconosciuto e ti offriamo un catalogo ampio di corsi per operatori, lavoratori e dirigenti.